Home Produzione Flora Toscana, Gruppo Mati 1909 e Viridea acquistano Legnaia
Flora Toscana, Gruppo Mati 1909 e Viridea acquistano Legnaia

Flora Toscana, Gruppo Mati 1909 e Viridea acquistano Legnaia

148
0

Da oltre cento anni un’istituzione per l’agricoltura toscana, la cooperativa Legnaia nell’ultimo decennio ha incontrato alcune difficoltà finanziarie che hanno portato alla liquidazione coatta amministrativa.

 

Flora Toscana, Mati 1909 e Viridea si sono aggiudicate l’acquisto della storica cooperativa toscana di Legnaia di Firenze.

 

Flora Toscana Società Cooperativa Agricola, cooperativa di produttori operante da 50 anni nei vari comparti della filiera florovivaistica che conta 230 soci, 130 collaboratori e 5 sedi operative; Gruppo Mati 1909, gruppo di aziende del vivaismo pistoiese, partner storico di Legnaia e attivo soprattutto nel settore della progettazione, realizzazione e manutenzione di giardini di pregio; Viridea è la catena di garden center italiana dedicata alle piante, alla casa e agli animali.

 

Legnaia rappresenta da oltre cento anni un’istituzione per l’agricoltura toscana, offrendo le migliori eccellenze della produzione agricola agroalimentare e florovivaistica del territorio. Nell’ultimo decennio la cooperativa di produttori ha incontrato alcune difficoltà finanziarie che hanno portato alla liquidazione coatta amministrativa. Spinti dall’affetto che i clienti hanno continuato a dimostrare verso Legnaia e dall’importanza di questa realtà nel mondo agricolo toscano, un gruppo di aziende operanti nel settore del verde si è unito in una società consortile agricola per meglio poter rilanciare la storica cooperativa mantenendone tradizione e identità.

 

La neonata Società Consortile Agricola Legnaia, costituita il 12 marzo 2021 con sede a Firenze, intende offrire un arricchimento del tessuto territoriale in cui è inserita Legnaia, con una crescita esponenziale nel tempo dell’occupazione locale e la garanzia di un servizio per la cittadinanza. Il Consorzio non intende infatti stravolgere in alcun modo l’identità di Legnaia ma solo implementare, migliorare, e arricchire quanto fatto finora, mantenendo vivo il marchio e la qualità garantita dagli storici fornitori toscani.

 

Il percorso ipotizzato dal Consorzio, che si svilupperà nell’arco di circa 2 anni, prevede un rinnovo graduale delle strutture, attrezzature, ruoli e preparazione del personale. L’obiettivo è quello di adeguare l’insieme dei servizi alle rinnovate esigenze della clientela in termini di comfort, qualità e sostenibilità ambientale, rimanendo sempre fedeli all’identità e all’attività storica di Legnaia. Complessivamente si prevede un investimento di circa 4 milioni di euro.