Home Attualità Verde di qualità in condominio: accordo storico tra Anaci e Assofloro
Verde di qualità in condominio: accordo storico tra Anaci e Assofloro

Verde di qualità in condominio: accordo storico tra Anaci e Assofloro

63
0

Il Protocollo di intesa siglato a Perugia da Anaci e Assofloro apre la strada ad una collaborazione strutturata tra la filiera del verde e gli amministratori di immobili.

 

Sabato 25 maggio, in occasione del Consiglio Nazionale Anaci di Perugia, Francesco Burrelli, presidente ANACI e Nada Forbici, presidente di Assofloro, hanno firmato un Protocollo d’Intesa per avviare attività congiunte di promozione del verde di qualità, di diffusione delle buone pratiche di gestione del verde, di informazione e formazione per amministratori condominiali rispetto all’importanza del verde ma anche per il consolidamento delle procedure necessarie a definire tutti quei principi in grado di assicurare qualità e al contempo sicurezza, anche al fine di tutelare l’amministratore e gli abitanti del condominio.

 

Il Protocollo è frutto della collaborazione consolidata tra Assofloro e Anaci in regione Lombardia dove, ad inizio 2018, nell’ambito della fiera internazionale Myplant&Garden, è stato sottoscritto a livello regionale il primo documento di intesa, tra il presidente ANACI Lombardia Renato Greca e la presidente Assofloro Lombardia Nada Forbici.

 

Assofloro da aprile 2019 è diventata associazione nazionale, con possibilità di agire ed aggregare realtà della filiera del verde e del florovivaismo su tutto il territorio italiano e, come per altre filiere, anche con Anaci è emersa l’esigenza di strutturare una collaborazione su tutto il territorio nazionale.

 

Il Protocollo di intesa siglato a Perugia apre la strada ad una collaborazione strutturata tra la filiera del verde e gli amministratori di immobili, mettendo insieme competenze ed esperienze che possono dare valore alle proprietà immobiliari e contribuire a rigenerare le città dal punto di vista ambientale e della vivibilità, la vera sfida del futuro.

 

“Il Protocollo è molto utile per far comprendere l’importanza dell’amministratore immobiliare anche in relazione al verde condominiale”, afferma Francesco Burrelli, presidente di Anaci “poiché a lui spetta la responsabilità di raccogliere le figure più qualificate per la gestione delle attività del settore, mettendo i condòmini nella condizione di poter vedere realizzati i lavori nel miglior modo possibile. Come per la sicurezza o l’efficienza energetica, anche questo campo coinvolge infatti le competenze della nostra categoria che, attraverso la formazione, deve poter rappresentare per i cittadini un referente autorevole e ben consapevole delle regole necessarie alla gestione del verde condominiale e alle opportunità che esso prospetta. Si aprono quindi prospettive importanti in un settore che investe numerose professionalità e per questo è necessario che gli amministratori siano sempre più in grado di gestire una filiera molto vasta capace di coinvolgere un ampio spettro di aziende, non solo vivaistiche, professionisti, coordinando la condivisione delle rispettive conoscenze”.

 

Il protocollo prevede l’istituzione di un tavolo nazionale permanente, per il confronto sui temi che riguardano il verde condominiale e per produrre linee guida e documenti di indirizzo volti ad una migliore gestione del verde condominiale.

 

Silvia Vigè Silvia Camilla Vigé Laureata in Scienze Agrarie nel 2003 presso l’Università degli Studi di Milano. Iscritta all’Ordine dei Dottori agronomi e dei dottori forestali della provincia di Milano dal 2004. Libero professionista, si occupa di progettazione di aree verdi, restauro giardini storici, consulenze fitosanitarie su piante ornamentali, analisi di stabilità delle alberature con sistema VTA, redazione di pratiche inerenti abbattimento di alberi, mitigazione ambientale, censimenti informatizzati del verde. Redattrice della rivista Lineaverde dal 2002, è iscritta all’Ordine dei Giornalisti pubblicisti della Lombardia dal 2006. Si occupa principalmente di temi legati al vivaismo, al paesaggio e al recupero di giardini storici.