Home Attualità Il Premio Carlo Scarpa ai Céide Fields in Irlanda
Il Premio Carlo Scarpa ai Céide Fields in Irlanda

Il Premio Carlo Scarpa ai Céide Fields in Irlanda

37
0

Il Comitato scientifico della Fondazione Benetton Studi Ricerche ha deciso, all’unanimità, di dedicare la XXIX edizione del Premio Internazionale Carlo Scarpa per il Giardino ai Céide Fields, i campi di “Céide” presso il villaggio di Ballycastle, un luogo che nel secolo scorso ha rivelato, nei terreni che si spingono sul bordo della costa settentrionale della contea di Mayo, in Irlanda, la presenza ancora tangibile ed estesa di un paesaggio rurale del Neolitico, oggi forse la testimonianza più importante e remota del nostro processo di conoscenza delle origini del paesaggio coltivato e delle sue vicende ambientali lungo il corso dei millenni.

I Céide Fields, ovvero i campi “della collina dalla cima piatta” (il toponimo Céide in gaelico significa questo), è il nome di questo luogo, nel quale appare oggi visibile la trama precisa di un paesaggio agrario a lungo nascosto, riposto sotto quella coltre millenaria fatta di torba che le caratteristiche geologiche, i cambiamenti climatici e l’economia della terra hanno reso uno dei tratti distintivi di questo paese.

Affacciato sull’oceano Atlantico, ai margini di vertiginosi precipizi, il territorio dei Céide Fields, caratterizzato da piccoli insediamenti sparsi e da pascoli, ha visto un gruppo di archeologi disvelare, nell’arco di meno di un secolo, a partire da Patrick e Seamas Caulfield, le tracce di un paesaggio rurale del Neolitico, che si manifesta con una straordinaria geometria dei manufatti, leggibile e godibile grazie alla presenza di un centro visitatori gestito dall’archeologa Gretta Byrne, nell’ambito dell’OPW (The Office of Public Works) irlandese.

Venerdì 23 marzo negli spazi Bomben di Treviso è stata inaugurata la mostra fotografica e documentaria, aperta fino a domenica 3 giugno 2018. La mostra racconta in sintesi, attraverso fotografie, cartografie attuali e storiche, disegni, brevi testi e alcuni materiali filmici e audiovisivi, questo luogo scelto dal Comitato scientifico e anche alcune delle tappe più significative del viaggio di studio collettivo, momento chiave ogni anno della ricerca del Premio Carlo Scarpa.

Ne emergono paesaggi urbani, giardini, luoghi della memoria, paesaggi archeologici e rurali, e luoghi dove prevale la presenza forte di una natura che in quest’isola del nord ha influito profondamente nella cultura, nell’economia, nella storia.

Claudia Perolari Claudia Perolari è dal 2006 redattrice di Lineaverde, il periodico mensile da 44 anni leader nel settore del vivaismo e del verde pubblico.