Home Normative Legge di Bilancio 2021, un miliardo per l’agricoltura
Legge di Bilancio 2021, un miliardo per l’agricoltura

Legge di Bilancio 2021, un miliardo per l’agricoltura

29
0

È ricca di provvedimenti che riguardano il settore primario la Legge di Bilancio 2021: conferma delle agevolazioni fiscali, filiere, previdenza e giovani sono tra i punti qualificanti del pacchetto agricolo della ‘finanziaria’.

 

È ricca di provvedimenti che riguardano il settore primario la legge di Bilancio 2021: conferma delle agevolazioni fiscali, filiere, previdenza e giovani sono tra i punti qualificanti del pacchetto agricolo della ‘finanziaria’ che vale oltre un miliardo di euro. “Una serie di misure che impatteranno anche sulle nostre aziende –spiega Coldiretti Pistoia-, di cui stiamo dando conto ai soci, man mano che i provvedimenti sono definiti, tramite il nostro sistema di informazione: da Coldiretti Pistoia Informa al Punto Coldiretti”.
Di seguito la sintesi del pacchetto agricolo contenuto in legge di Bilancio e nel cosiddetto Milleproroghe elaborato dalla Coldiretti.

 

E’ stato istituito il Fondo per lo sviluppo ed il sostegno delle filiere agricole, della pesca e dell’acquacoltura a cui sono stati destinati 150 milioni di euro per il 2021.

 

Intervento anche per il settore suinicolo con uno stanziamento di 10 milioni di euro che va ad incrementare il Fondo per la suinicoltura istituito nel 2019 ampliando le finalità dell’intervento anche per il miglioramento delle condizioni di sostenibilità nelle aziende zootecniche, di produzione e trasformazione della carne. E’ istituito il Fondo per la tutela delle filiere delle api, della birra, della canapa e della frutta in guscio a cui sono destinati10 milioni di euro per il 2021.

 

Confermato per il 2021 il bonus verde che prevede una detrazione d’imposta lorda del 36% per una spesa massima di 5mila euro per la “sistemazione a verde” delle abitazioni private.

 

Via libera allo stoccaggio privato di vini Doc, Docg e Igt che potrà contare su un Fondo con un finanziamento di 10 milioni di euro per il 2021.

 

Con un budget di 3 milioni di euro per il periodo 2021/2023 si mettono in campo iniziative per la valorizzazione delle tradizioni enogastronomiche, delle produzioni agroalimentari e industriali italiane, della dieta mediterranea e del contrasto al fenomeno dell’Italian sounding.

 

Alle infrastrutture e reti irrigue sono assegnati 630 milioni di euro nell’arco dei prossimi 7 anni.

 

Viene rafforzato con 40 milioni di euro nel 2021 il Fondo per la distribuzione di derrate alimentari alle persone con fragilità sociali e alimentari.

 

Sul piano fiscale viene confermata anche per il 2021 l’esenzione Irpef per i redditi dominicali e agrari dei coltivatori diretti e degli imprenditori agricoli professionali che comporta un risparmio per le imprese agricole pari a 82 milioni di euro.

 

Prorogate anche le percentuali di compensazione Iva per le cessioni di animali vivi, bovini e suini. Iva al 10 % pe le cessioni di piatti pronti e pasti cotti.

 

Concesso un credito di imposta per le reti di imprese agricole e agroalimentari aderenti alle “Strade del Vino”.

 

Agevolazioni per il pagamento dell’imposta di registro minima per i terreni agricoli: nel 2021 con 1,5 milioni di euro scatta infatti l’esenzione dell’imposta di registro nella misura fissa di 200 euro agli atti di trasferimento a titolo oneroso di terreni agricoli del valore fino a 5 mila euro in favore di coltivatori diretti e imprenditori agricoli professionali iscritti alla previdenza agricola.

 

Per quanto riguarda la previdenza confermato l’esonero contributivo per 24 mesi a favore dei giovani coltivatori diretti e imprenditori agricoli che si iscrivono alla gestione previdenziale agricola nel 2021. La misura conta su 55 milioni di euro.

 

Rifinanziata la misura “Donne in campo”: 15 milioni di euro per la concessione di mutui a tasso zero nel limite di 300mila euro, della durata massima di 15 anni comprensiva del periodo di preammortamento per iniziative volte allo sviluppo e al consolidamento di aziende agricole condotte da imprenditrici.

 

Stanziati 15 milioni di euro nel triennio 2021-2023 per la realizzazione di infrastrutture informatiche per il commercio elettronico.

 

Iniziative per 3 milioni di euro finalizzate alla creazione di foreste urbane e periurbane nelle città metropolitane.

 

Nuove risorse per il Fondo di solidarietà nazionale: 60 milioni di euro nel periodo 2021/2023 sono assegnati per interventi assicurativi, al fine di dare continuità agli interventi pubblici sulla spesa assicurativa agricola, mentre per gli indennizzi delle aziende danneggiate da avversità atmosferiche e fitosanitarie sono stanziati 70 milioni di euro nel 2021.

 

Nutrito anche il pacchetto per la pesca. Nuove risorse per 7 milioni di euro per il 2021 per il Programma finalizzato all’adozione di azioni per lo sviluppo del settore della pesca e dell’acquacoltura, nel campo della formazione, informazione e qualificazione professionale. Al Fondo di solidarietà nazionale della pesca e dell’acquacoltura sono destinati 14 milioni di euro nel triennio 2021-2023.

 

Prorogati i termini per il rilascio di concessioni di beni demaniali.

 

Soldi anche per misure di sostegno al reddito nel 2021: 31 milioni di euro per il 2021 per il trattamento di sostegno al reddito, riconosciuto per una durata massima di 90 giorni nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2021 e il 30 giugno 2021, per i lavoratori della pesca che hanno subito una sospensione o riduzione dell’attività lavorativa, o una riduzione del reddito, a causa del Covid-19;

 

19 milioni di euro per l’indennità, pari a 30 euro giornaliere, per ciascun lavoratore dipendente da impresa adibita alla pesca marittima, compresi i soci lavoratori delle cooperative della piccola pesca, in caso di sospensione dal lavoro derivante da misure di arresto temporaneo obbligatorio e non obbligatorio.

 

E infine via alla proroga della concessione della Cassa integrazione salariale operai agricoli (CISOA) per un massimo di 90 giorni nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2021 e il 30 giugno 2021.

 

Tra gli impegni un budget di 20 milioni di euro per l’anno 2021 per la restituzione delle risorse anticipate dalle Regioni per interventi di concorso pubblico nel pagamento degli interessi sul credito di soccorso alle imprese agricole danneggiate da calamità e da avversità atmosferiche eccezionali. E rafforzamento delle attività del Mipaaf con interventi anche per l’Agea.

 

Le misure agricole del Milleproroghe
Misure agricole sono contenute anche nel Decreto Milleproroghe. E’ sospeso per i coltivatori diretti e gli imprenditori agricoli professionali beneficiari dell’esonero contributivo di novembre e dicembre 2020 il termine di pagamento dei contributi previdenziali in scadenza il prossimo 16 gennaio fino alla comunicazione, da parte dell’Inps, degli importi contributivi da versare e comunque non oltre il 16 febbraio 2021.

 

Altri slittamenti riguardano i contratti a tempo determinato dell’ente irriguo EIPLI che scivolano al 31 dicembre 2021, la proroga fino al 31 dicembre 2021 delle sospensioni delle procedure di recupero degli aiuti di Stato concessi agli zuccherifici, al fine di tutelare le aziende del settore, la scadenza sempre alla stessa data del termine per l’accreditamento degli organismi autorizzati a svolgere le funzioni di controllo e certificazione dei vini DOP e IGP. E infine la proroga dell’esonero degli obblighi di presentazione della documentazione antimafia per l’ottenimento di premi comunitari di importo inferiore a 25 mila euro relativi ai terreni agricoli.