Home Agenda Ipm Essen 2019: la sostenibilità al centro
Ipm Essen 2019: la sostenibilità al centro

Ipm Essen 2019: la sostenibilità al centro

41
0

Appuntamento imperdibile rivolto a floricoltori, vivaisti, progettisti e costruttori del verde, Ipm Essen si svolgerà all’interno degli spazi rinnovati di Messe Essen dal 22 al 25 gennaio 2019.

 

Appuntamento imperdibile rivolto a floricoltori, vivaisti, progettisti e costruttori del verde, Ipm Essen, fiera leader internazionale dedicata al settore dell’orticoltura, si svolgerà all’interno degli spazi rinnovati di Messe Essen dal 22 al 25 gennaio 2019 e vedrà riunirsi circa 1.600 espositori provenienti da oltre 50 paesi, riqualificandosi, anche per l’edizione 2019, prima piattaforma al mondo di attualità e informazione tecnica indirizzata al mondo del verde.

 

Giunta ormai alla dodicesima edizione, eleggerà le novità più interessanti in materia di piante e giardinaggio in uno spazio espositivo rinnovato, sviluppato con ampi padiglioni illuminati dalla luce naturale, che garantirà al visitatore una migliore fruibilità. Le aziende specializzate in piante occuperanno i padiglioni 1, 1A, 2, 4, 6, 7, 8, 8A, 8B all’interno del foyer Grugahalle e della Galleria. Nel padiglione 5 le aziende legate alla fioristica.

 

Per la rassegna del 2019, il ruolo di partner è attribuito al Belgio, da sempre grande sostenitore della manifestazione, oltre che paese limitrofo della fiera. Già in occasione della prima edizione, nel 1982, infatti, il Belgio si presentò con numerose aziende espositrici. Considerata tra le nazioni leader nel settore del vivaismo ornamentale, detiene l’80% della produzione europea delle azalee e vanterà una numerosa presenza di espositori all’interno di Ipm Essen 2019.

 

La partecipazione belga sarà così suddivisa: espositori di piante decorative nel padiglione 2 e vivaisti nei padiglioni 6 e 8. Il programma informativo sarà consultabile in fiera presso lo stand comune del padiglione 2. Focus rilevante sul Belgio anche in occasione del forum internazionale del giardinaggio, dove la nazione presenterà il tema del giardinaggio sostenibile.

 

Tante le iniziative proposte: dai concept di vendita per i garden center al tradizionale appuntamento Green City, in cui importanti associazioni tedesche (Zentralverband Gartenbau e.V., Landesverband Gartenbau Nordrhein-Westfalen e.V.) offriranno preziosi spunti per le aziende attraverso dimostrazioni, workshop e speciali anteprime negli spazi dell’Infocenter Gartenbau.

 

Una mostra didattica all’insegna del motto “Unterirdisch gut!” si concentrerà sulle radici, elemento talvolta trascurato seppur decisivo, nella coltivazione delle piante. Molteplici i momenti dedicati a esperimenti, dimostrazioni, ricerca e consulenza, in cui i professionisti del settore dispenseranno consigli legati all’ottimizzazione dell’ambiente circostante le radici. Lo ‘Show your Colours Award’, di recente istituzione, sarà conferito alla migliore marketing story riguardante colture perenni e arbusti. Nuove generazioni di fioristi mostreranno la loro abilità e creatività nel presentare vere e proprie opere d’arte in relazione al tema “La selva: naturale, originale, sbarazzina e libera”.

 

Non mancheranno inoltre gli appuntamenti dedicati al design floreale con fioristica di ispirazione. Fondamentale il coinvolgimento delle nuove generazioni: mercoledì 23 gennaio giovani studenti saranno invitati a confrontarsi con gli operatori del settore sulle professioni legate al garden. Molteplici le associazioni professionali che organizzeranno questa giornata di formazione in collaborazione con Messe Essen.

 

Complessivamente saranno 17 i paesi che parteciperanno alla dodicesima edizione di Ipm Essen. La presenza di un elevato numero di stand internazionali avvalora l’importanza di Ipm Essen quale fiera leader nel settore del verde a livello mondiale. Il format si rivela particolarmente apprezzato dai visitatori, che durante l’esperienza di visita potranno ricevere informazioni da molteplici aziende provenienti da paesi differenti.

 

Claudia Perolari Claudia Perolari è dal 2006 redattrice di Lineaverde, il periodico mensile da 44 anni leader nel settore del vivaismo e del verde pubblico.