Home Attualità I florovivaisti europei chiedono sostegno all’UE
I florovivaisti europei chiedono sostegno all’UE

I florovivaisti europei chiedono sostegno all’UE

8
0

ENA, European Nurserystock Association, e le altre organizzazioni internazionali, hanno raggiunto un totale di 50 deputati firmatari della lettera inviata oggi al Commissario UE.

 

L’ENA, European Nurserystock Association (Belgio, Bulgaria, Repubblica Ceca, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Irlanda, Italia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Spagna e Svezia), apprezza molto il coinvolgimento attivo dei numerosi deputati del Parlamento europeo che oggi 27 aprile hanno invitato La Commissione europea ad aiutare il settore europeo dei fiori e delle piante vive in un modo più efficace e di grande impatto.

 

Oggi 27 aprile 50 membri del Parlamento europeo (deputati al Parlamento europeo), provenienti da un gran numero di Stati membri e da numerosi gruppi politici, hanno inviato una lettera congiunta al commissario europeo all’Agricoltura Janusz Wojciechowski per chiedere il sostegno dell’UE al settore di fiori e delle piante che è stato drammaticamente colpito dalla crisi eccezionale provocata dal Covid-19. I deputati sollecitano la Commissione ad essere più pragmatica e ad attivare al più presto un sostegno finanziario urgente e su misura per il settore, andando oltre le misure proposte la scorsa settimana che non sono sufficienti a mantenere a galla il settore.

 

 

“In quanto deputati al Parlamento europeo, riteniamo che sia dovere della Commissione europea non abbandonare questo settore altamente interdipendente e molto performante e di investire in esso al più presto per offrirgli un’ancora di salvezza”, afferma la lettera, ricordando che il settore sostiene 760.000 posti di lavoro in tutta l’UE e contribuisce annualmente all’economia dell’UE con un fatturato totale di 48 miliardi di euro.

 

L’elenco degli eurodeputati firmatari è guidato da Annie Schreijer-Pierik (NL, PPE), Juan Ignacio Zoido Alvarez (ES, PPE) e Anne Sander (FR, PPE) e comprende numerosi membri della Commissione Agricoltura del Parlamento europeo, in particolare il suo presidente Norbert Lins (DE, PPE) ma anche un gran numero di deputati di spicco provenienti da tutto lo spettro politico (S&D, ECR, RENEW Europe e gruppi politici ID) e con un’ampia copertura geografica europea.

 

Questa eccezionale mobilitazione e la richiesta di sostegno da parte di un gruppo così ampio e rappresentativo di deputati al Parlamento europeo riflettono quanto la drammatica situazione del settore dei fiori e delle piante vive faccia appello a molte persone e, in primo luogo, ai rappresentanti eletti dei cittadini in tutta l’UE. La lettera ricorda in modo appropriato come i fiori e le piante vive contribuiscono positivamente alla qualità della vita dei cittadini dell’UE e hanno un enorme potenziale nel far parte della soluzione per le ambizioni globali del Green Deal dell’UE, rendendo più ecologiche le città e compensando gli effetti dei cambiamenti climatici”.