Home Agenda Flormart, torna a novembre la 71a edizione
Flormart, torna a novembre la 71a edizione

Flormart, torna a novembre la 71a edizione

1
0

Grande novità e valore aggiunto importante per la manifestazione: sarà gestita interamente dal gruppo Fiere di Parma spa nell’ambito di un accordo decennale con PadovaHall.

 

Si terrà dal 24 al 26 novembre nel quartiere fieristico di Padova la 71a edizione di Flormart, lo storico salone internazionale del florovivaismo, del verde e del paesaggio. L’evento riparte in presenza, dopo la sospensione dello scorso anno a causa della Covid, nel segno di un’importante novità: la manifestazione infatti sarà gestita interamente dal gruppo Fiere di Parma spa nell’ambito di un accordo decennale con PadovaHall. Un valore aggiunto importante che punta ad alzare il livello della manifestazione grazie all’esperienza della società parmense nel gestire manifestazioni di punta come Cibus, che rappresenta la vetrina di eccellenza del settore agroalimentare italiano nel mondo.

 

«In linea con la progettualità sviluppata negli ultimi 10 anni da Fiere di Parma – ha sottolineato Antonio Cellie, Amministratore delegato di Fiere di Parma durante la conferenza stampa di presentazione – l’obiettivo è far diventare Flormart la vetrina internazionale del florovivaismo made in Italy nonché la base per la creazione di una piattaforma permanente – in presenza e on line – di supporto all’export del settore».

 

Flormart ha fatto la storia del settore in Italia e in Europa, rappresentando l’evento di riferimento del florovivaismo internazionale. È al centro dal 2017 di un nuovo progetto di posizionamento sempre più centrato sulla promozione del Made in Italy e su argomenti oggi strategici come la sostenibilità ambientale, la rigenerazione urbana, la salubrità dello spazio pubblico e la qualità della vita, le tecniche di rinaturalizzazione finalizzate all’adattamento ai fenomeni meteorologici estremi. Fiere di Parma ha in programma un piano promozionale per sviluppare il business delle aziende italiane nei mercati esteri anche attraverso un incoming di operatori selezionati provenienti da diversi Paesi, in particolare Europa Centrale, Est Europa, Balcani e bacino del Mediterraneo.

 

«Insieme ai nuovi partner intendiamo rafforzare il ruolo di Flormart come piattaforma di condivisione delle conoscenze fra operatori del settore e d’incontro fra i diversi soggetti della filiera – ha dichiarato Renato Ferretti, coordinatore del Comitato d’indirizzo e direttore editoriale di Lineaverde – che comprende le più significative rappresentanze delle aree produttive – Per filiera intendiamo i produttori di piante, i produttori di mezzi tecnici e tecnologie, i fornitori di servizi, i progettisti del verde e del paesaggio, le aziende di realizzazione e cura del verde, i grandi commercianti di piante e fiori ed i grandi utilizzatori finali pubblici e privati».

 

La fiera sarà accompagnata da brevi seminari su temi d’attualità con l’obiettivo di fornire agli espositori e ai visitatori il quadro aggiornato e puntuale sugli investimenti nel settore. Si parlerà delle opportunità offerte dal PNRR, di nuove tecnologie per la realizzazione e la manutenzione delle aree naturali, strategicità del verde nella transizione ecologica verso una vera economia circolare e sostenibile anche in campo immobiliare e infrastrutturale.

 

In quest’ottica Fiera di Parma spa, che organizzerà il Flormart per i prossimi 10 anni, ha già avviato un importante investimento per la promozione e la valorizzazione della manifestazione in Italia ma soprattutto all’estero. Già nell’edizione 2021 saranno presenti numerosi buyer internazionali selezionati ed invitati anche grazie alla collaborazione con ICE – Agenzia. Inoltre l’ufficio stampa, in collaborazione con EHN (European Horticulture Network), sta già organizzando un incoming per gli operatori della stampa specializzata europea. Saranno presenti nei tre giorni della manifestazione 15 giornalisti delle più importanti testate europee e italiane.

 

Flormart sarà, quindi, la piattaforma comunicativa ed espositiva per il futuro del florovivaismo, del verde e del paesaggio a disposizione delle aziende, delle pubbliche amministrazioni, di chi progetta il paesaggio, gestisce la manutenzione e valorizza le infrastrutture ecologiche delle nostre città. Una piattaforma di business matching fra produttori di materiali, arredi, piante, mezzi di produzione e utilizzatori come i grandi centri di giardinaggio, i costruttori del verde, le società immobiliari. Uno strumento fondamentale per mantenere la competitività nell’economia 4.0 e guardare con fiducia alla fase di ripresa che ci attende.