Home Attualità Caccia al Tesoro Botanico Grandi Giardini Italiani 2021
Caccia al Tesoro Botanico Grandi Giardini Italiani 2021

Caccia al Tesoro Botanico Grandi Giardini Italiani 2021

25
0

Al via la 24esima edizione della Caccia al Tesoro Botanico Grandi Giardini Italiani al suo debutto in veste digitale e che accompagnerà i bambini per tutto il 2021.

 

Al via la 24esima edizione della Caccia al Tesoro Botanico Grandi Giardini Italiani, il consueto appuntamento di Grandi Giardini Italiani per trasmettere ai bambini le primissime nozioni di botanica in maniera giocosa. L’edizione corrente vede rinnovarsi per il terzo anno consecutivo la partnership con Compo.

 

Quest’anno, a causa dell’emergenza sanitaria in corso, la Caccia al Tesoro Botanico Grandi Giardini Italiani farà il suo debutto in una veste innovativa: sarà digitale e ci accompagnerà per tutto il 2021.

 

Se, infatti, nelle passate edizioni era la Pasquetta il giorno deputato all’iniziazione botanica dei bambini di età compresa tra i 6 e i 10 anni, quest’anno i genitori sono invitati a seguire i più piccoli in un gioco che saprà sorprendere e mettere alla prova le conoscenze di grandi e piccini per tutto l’anno.

 

Partecipare è semplicissimo. Basta collegarsi all’Home Page del sito di Grandi Giardini Italiani, cliccare sul gioco e iniziare la propria avventura botanica. I bambini sono chiamati a rispondere a domande relative a 10 alberi (Agrifoglio, Carpino, Cedro, Frassino, Ippocastano, Olmo, Platano, Quercia, Tasso, Tiglio) e 3 tipi di fioriture (Acidofile, Rose e Tulipani). Di domanda in domanda, di albero in albero, di fiore in fiore, fino ad arrivare a conquistare il “Certificato del Piccolo Botanico”, che sarà rilasciato ai bambini più meritevoli! Ma non c’è da preoccuparsi se non si riesce al primo tentativo: l’invito è di riprovare a giocare per mettersi di nuovo alla prova fino a conquistare l’ambito premio. Tutti i partecipanti potranno scaricare gratuitamente il manuale Compo – Il piacere del Giardinaggio per la cura e manutenzione del proprio verde privato.

 

La redazione delle domande è stata curata da Anna Zottola, dottore in Scienze Agrarie che, grazie alla sua lunga carriera da docente presso la scuola e il campus della Fondazione Minoprio, ha saputo puntare l’accento sugli aspetti più curiosi delle specie botaniche coinvolte. La grafica, invece, è stata realizzata da Simona Zampa; grazie alla sensibilità artistica che la distingue è riuscita a dare forma ai personaggi di Astolfo e dei bambini con un tratto elegante e fuori dai classici schemi.

 

Partner dell’iniziativa è Compo che partecipa al progetto per sensibilizzare le famiglie e i bambini alla cura del verde, con prodotti di facile utilizzo e rispondenti alle esigenze di fiori, piante, orti e giardini, dalla messa a dimora fino alla nutrizione e alla difesa.