Home Attualità I 5 errori più comuni che affliggono le piante di città
I 5 errori più comuni che affliggono le piante di città

I 5 errori più comuni che affliggono le piante di città

56
0

Questa la sintesi del convegno “Aree Verdi Urbane e Periurbane: gestione sicurezza qualità vita” organizzato dall’Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali.

 

Il Conaf esorta a riflettere sugli errori commessi nel progettare il verde urbano, in particolare sui 5 errori più comuni che affliggono le piante di città. Anche nelle aree urbane e periurbane, gli alberi sono fondamentali per migliorare il territorio e le sue infrastrutture e contrastare il cambiamento climatico.

 

Questa la sintesi del convegno “Aree Verdi Urbane e Periurbane: gestione sicurezza qualità vita” che l’Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali ha organizzato a Mantova, con la collaborazione di AIDTPG, con Mantova Ambiente. Partecipano SIA, SISEF e AIAPP.

 

“È stato un incontro proficuo che ha rilanciato la condivisione di intenti tra CONAF e AIDTPG nel sostenere il Comitato per il Verde: tutti noi vogliamo incentivare l’attuazione delle linee guida per la gestione sostenibile del verde urbano” – evidenzia Renato Ferretti, consigliere del CONAF (nonché direttore editoriale di Lineaverde).

 

Quanto contribuisce un albero? Un albero di medie dimensioni può intercettare fino a 3000 litri d’acqua ogni anno e una popolazione di alberi può ridurre la temperatura media di circa 2°C nell’area di proprio riferimento, mitigando così gli effetti negativi dell’isola di calore urbana. Con una coerente pianificazione del territorio e delle aree urbane si possono facilmente raggiungere questi risultati.

 

Molti studi a livello internazionale hanno dimostrato che per ogni euro speso nel verde urbano, si può avere un ritorno che oscilla tra 1,3 e 1,7 euro, fino a raggiungere i picchi di New York in cui il ritorno economico è quantificato in 5 euro.

Claudia Perolari Claudia Perolari è dal 2006 redattrice di Lineaverde, il periodico mensile da 44 anni leader nel settore del vivaismo e del verde pubblico.