Home Agenda Giornate di Studi di Orticola di Lombardia, 8-9 febbraio 2019
Giornate di Studi di Orticola di Lombardia, 8-9 febbraio 2019

Giornate di Studi di Orticola di Lombardia, 8-9 febbraio 2019

77
0

Tornano le Giornate di Studi di Orticola di Lombardia dedicati al pubblico di appassionati che anche quest’anno si terranno alla GAM Galleria d’Arte Moderna di via Palestro a Milano.

 

Torna l’8 e il 9 febbraio 2019, l’appuntamento delle Giornate di Studi di Orticola di Lombardia, i cicli quadriennali di approfondimento, avviati nel 2012, sulla cultura delle piante e dei giardini nel nostro Paese dedicati al pubblico di appassionati che anche quest’anno si terranno alla GAM Galleria d’Arte Moderna di via Palestro a Milano.

 

Il tema del nuovo ciclo d’incontri, iniziato nel 2017, ha come titolo “Piante per il giardino italiano”, sempre a cura di Filippo Pizzoni, vicepresidente dell’Associazione, e Margherita Lombardi, giornalista botanica ed editor di Italian Botanical Heritage, che per il 2019 propone un approfondimento sulla natura in città, un argomento di crescente interesse anche per il costante processo di inurbamento a livello mondiale.

 

Le previsioni infatti parlano di un’urbanizzazione inquietante, oggi, oltre il 50% della popolazione mondiale vive in città, utilizzando il 75% delle risorse consumate globalmente e l’80% dell’energia, e producendo il 75% delle emissioni di anidride carbonica: valori purtroppo destinati a crescere in maniera esponenziale nei prossimi lustri. Fortunatamente la richiesta di ‘verde’ da parte dei cittadini è in costante aumento: ecco che allora emergono proposte di progettisti, opinionisti, sociologi e famosi ‘appassionati’, che promuovono la piantagione di alberi, propongono nuove forme e tecnologie futuribili da applicare a uno dei lavori più antichi del mondo, quello del giardiniere. Queste nuove strade però non sempre sono sostenibili dal punto di vista scientifico o della sicurezza, inoltre spesso le amministrazioni non sono preparate a rispondere alle richieste come alle proposte, ne emerge quindi un quadro che, se da un lato è esaltante per la sempre maggiore attenzione verso i temi ambientali, dall’altro preoccupa per le prese di posizione anacronistiche, per le proposte non sostenibili dal punto di vista ecologico, per la mancanza di approfondimento su un tema ‘di moda’.

 

Ecco perché un po’ provocatoriamente, il tema 2019 è La Natura è già in città! Le Giornate di Studi di Orticola di Lombardia cercano delle risposte certe, chiedendo a professionisti e a comunicatori, ad artisti ed esperti del settore, a scienziati e giardinieri di rispondere alle domande che più frequentemente si pone il cittadino, ma anche di proporci esempi virtuosi, di informarci su belle novità e rischi preoccupanti, nella consueta e ormai tradizionale impostazione multidisciplinare del ciclo di incontri.

 

Ecco quindi che nella prima giornata dal titolo “Parchi, orti. Giardini pubblici e privati”, risponderanno alle nostre domande personalità come Elena Grandi, vicepresidente del Municipio 1, assessore al Verde e Arredo Urbano, Demanio, Ambiente, su temi come il nuovo regolamento del verde di Milano, sui giardini privati di città come elemento necessario alla salute di tutti e sulla particolarità di Milano in tema di giardini condivisi e nuovi parchi; Paolo Semenzato, professore associato dell’Università di Padova, che spiegherà la disciplina, non certo recente, della Selvicoltura urbana e della Forestazione urbana; Luca Carra di Italia Nostra, ci aggiornerà sull’ area verde di Porto di Mare; Leonie Fischer dell’Università di Berlino, presenterà l’esperienza tedesca di Nature Conservation in ambito urbano; Cristina Puricelli, curatrice dell’Orto Botanico di Brera, sul ruolo dell’Orto oggi, come istituzione museale, scientifica, didattica; Emanuela Rosa-Clot, Direttore della rivista Gardenia, illustrerà “Il Bonus verde”, strumento di incentivazione prorogato per il 2019; Giada Lepri e Vittorio Giulini, rispettivamente Consigliere e Presidente di ASDI Lombardia con un intervento dedicato ai giardini storici in città; Attilio Scienza dell’Università degli Studi di Milano e Piero Maranghi della Fondazione Piero Portalupi che parleranno della Vigna di Leonardo; Antonio Ricci, autore televisivo, sul tema del recupero dei giardini storici, Giada Lepri del Consiglio Nazionale della Associazione Dimore Storiche sui giardini privati come occasione culturale e turistica; Manuel Bellarosa, il ‘Giardiniere Condotto’ di Milano.

 

Nella seconda giornata, dal titolo “Flora e fauna in città”, interverranno esperti come Francesco Ferrini, presidente della Scuola di Agraria dell’Università di Firenze, Stefano Lorenzi della SIA e Roberto Diolaiti presidente AIDTPG, Fabrizia Gianni, docente al Politecnico di Milano, che analizzeranno tutti e tre la situazione degli alberi in città.

 

Sul tema degli animali, domestici e selvatici in ambiente urbano, Federica Luoni della Lipu, Valentina Giordano di Educazione Ambientale, Roberto Perissinotto, presidente Area Cani Milano, ma anche il giornalista Gaetano Zoccali e il fotografo Francesco Tomasinelli esporranno gli aspetti più inattesi e nuovi di questo tema, così poco frequentato.

 

Silvia Vigè Silvia Camilla Vigé Laureata in Scienze Agrarie nel 2003 presso l’Università degli Studi di Milano. Iscritta all’Ordine dei Dottori agronomi e dei dottori forestali della provincia di Milano dal 2004. Libero professionista, si occupa di progettazione di aree verdi, restauro giardini storici, consulenze fitosanitarie su piante ornamentali, analisi di stabilità delle alberature con sistema VTA, redazione di pratiche inerenti abbattimento di alberi, mitigazione ambientale, censimenti informatizzati del verde. Dal 2018 membro del Commissione formazione professionale continua dell’Ordine dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali della provincia di Milano. Redattrice della rivista Lineaverde dal 2002, è iscritta all’Ordine dei Giornalisti pubblicisti della Lombardia dal 2006. Si occupa principalmente di temi legati al vivaismo, al paesaggio e al recupero di giardini storici.